Calci all’immigrato

Ci sono certe notizie che mi fanno ribollire il sangue. Che spero che non siano vere o che siano state enfatizzate nella descrizione del cronista. Questo e’ precisamente il segno di quell’imbarbarimento che la societa’ italiana sta vivendo in questi ultimi decenni. Un avvitamento su se stessi che accelera con l’aggravarsi della crisi economica e con l’aumentare delle tensioni sociali. Un incattivirsi incentivato dalla politica gretta, muscolare e isolazionistica della Lega, ma anche dal clima di coltelli e delegittimazioni instaurato dal regime Berlusconiano in disfacimento e dalla sua gran cassa mediatica fatta di manganelli e dossier.

Mi viene da pensare: ma quando questi bambini diventeranno adulti, che societa’ avremo? Dopo che saranno cresciuti con il buon esempio della caccia all’immigrato e della violenza gratuita, che scelte faranno da grandi? Che idee avranno? Che partiti voteranno?

Ci dobbiamo preparare ad una riedizione dell’apartheid? Agli autobus con i posti per i bianchi separati dai posti per i neri? (A parte il fatto che alcune iniziative come la distribuzione di guanti di plastica negli autobus o l’impedire la liberta’ di culto ai musulmani hanno gia’ quell’odore).

Una societa’ dove non c’e’ rispetto per i piu’ deboli, per i poveri, per gli anziani, per i “diversi”, e’ una societa’ destinata alla barbarie. Quando i codici morali saltano, salta tutto il resto. Si salvi chi puo’.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s