Solidarietà ad Antonio Ingroia

Antonio Ingroia è stato minacciato di morte, probabilmente per il suo impegno di magistrato e per il suo impegno civile, che lo ha portato a una costante esposizione mediatica in difesa della legalità. Mi piace ricordare, a questo proposito, la sua intransigenza e il suo coraggio quando ha affermato di essere un “partigiano della Costituzione” e quindi nemico dichiarato di chiunque intenda calpestarla.                  

In questo mi ricorda molto Piero Calamandrei quando esortava i giovani a continuare a lottare affinché la Costituzione si realizzi pienamente, piuttosto che restare lettera morta.

Triste è il Paese che ha bisogno di eroi. Ingroia non lo è né lo vuole essere: è semplicemente un cittadino che fa il suo dovere e non si vergogna di dichiararlo e ribadirlo pubblicamente, in un mondo che invece continua a genuflettersi di fronte ai potenti, a distorcere le parole o a tacere le verità impronunciabili.

Lui è uno che chiama ladro chi ruba, corruttore chi corrompe o mafioso chi “mafia”. Tutto qui. Ingroia dovrebbe essere una persona normale in una società normale. Ma nella nostra Italia corrotta egli diventa, per alcuni, un “eroe”, per altri un eccentrico, una “toga rossa”, una magistrato da allontanare, oppure, per i più sciagurati,  da eliminare.

Solidarietà ad Antonio Ingroia. Seguiamo tutti il suo esempio, e questo Paese diventerà (forse) un posto migliore.


Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s