Il lodo dell’infamia non c’è più!!!

Voglio attaccare sul mio Pasquino immaginario tutta la contentezza per l’annullamento da parte della Corte Costituzionale di quell’orrendo, incostituzionale ed immorale “lodo” Alfano che fino ad ora rappresentava il vulnus più eclatante e insopportabile nel nostro ordinamento democratico. La legge, finalmente è stato ristabilito, è uguale per tutti. Punto.

Vergogna per Giorgio Napolitano che non ha saputo essere all’altezza del suo alto compito di tutore della Costituzione, ma anzi ha firmato questo scempio smaccatamente anticostituzionale in meno di 24 ore.
Vergogna per questa maggioranza che ha proposto e difeso il lodo Alfano.
Vergogna per gli avvocati-parlamentari Niccolò Ghedini e Gaetano Pecorella, che si sono arrampicati sugli specchi dicendo che “la legge è uguale per tutti, ma non viene applicata ugualmente per tutti”
(…ricorda molto la Fattoria degli animali di George Orwell: ” Tutti gli animali sono uguali, ma alcuni sono piu’ uguali degli altri” !!!)
Vergogna per l’avvocato dello Stato Glauco Nori che ha depositato una memoria difensiva volta a intimidire la Consulta, paventando “danni irreparabili alle funzioni elettive” se il lodo fosse stato bocciato.
Vergogna per tutti quelli che hanno trovato giusto che l’imputato “più eccellente” d’Italia si fabbricasse uno scudo su misura contro i suoi processi, buttando al macero uno dei principi più importanti della nostra Carta Costituzionale, l’uguaglianza di tutti i cittadini di fronte alla Legge.
Vergogna, infine, per tutti noi, che non abbiamo protestato, che non abbiamo manifestato la nostra indignazione, che non ci siamo alzati in piedi per proteggere i nostri diritti, che non abbiamo fatto sentire il nostro fiato rovente di sdegno sul collo della nostra classe politica, sicura della sua impunità e onnipotenza, scendendo nelle strade, picchettando le sedi delle istituzioni, scioperando, alzando barricate.
Ma anche solo parlando, scrivendo, gridando, in modo da raggiungere e coinvolgere più persone possibile.
Ricodiamoci sempre che noi tutti siamo responsabili di ciò che accade nel nostro Paese: se ci voltiamo dall’altra parte, se dormiamo, se pensiamo solo al nostro orticello, coloro che detengono il potere avranno le mani libere (ed un’ indiretta legittimazione) per fare tutto cio’ che vogliono.
Infine un grazie all’ Italia dei Valori che ha raccolto le firme per promuovere l’eventuale referendum abrogativo e grazie a quel milione di cittadini che hanno firmato.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s